Mezzanotte in Campidoglio

Come per Cenerentola, a mezzanotte scadrà l’ora magica, la carrozza d’oro tornera ad essere una zucca, gli altezzosi destrieri che la trainavano verranno trasformati in sorci.

Quanti danni potranno ancora fare alla bellezza di Roma, ai suoi beni comuni, ai suoi cittadini, quel manipolo di alemanni e lanzichenecchi che, nell’interesse oscuro dei soliti pochi noti, presidia il Campidoglio per far passare, l’ultimo giorno di consiliatura, decine di immonde delibere con cui dare fondo al sacco di Roma?

Dalle 13 alle 24 di oggi 10 aprile si sono dati 11 ore per tentare l’assalto finale all’Agro romano, ai diritti dei cittadini, alla democrazia, a Roma.

Dobbiamo essere tutti lì, fare ogni cosa civile, dignitosa e responsabile per impedirlo.

Venite a vedere come si esercita la democrazia in Campidoglio, prima di trovare il coraggio per andare a votare.

Venite a vedere la latitanza colpevole dell’opposizione, sicuramente più vera delle tante promesse elettorali: infatti se fossero ai posti che i cittadini hanno loro assegnato questo scempio non si potrebbe compiere.

Venite a vedere la resistenza dei cittadini e dei tre, quattro consiglieri, divenuti in queste settimane i paladini di una lotta che non interessa nessun partito.

Venite in Campidoglio, nell’aula consiliare, in queste ore non è solo un diritto, ma un dovere verso la nostra città.

A mezzanotte scopriremo insieme la cruda realtà, chi e perchè non dovremmo mai più votare, e invece, se il sogno diventasse realtà e li riuscissimo a fermare potremmo danzare insieme per Roma attorno al Marco Aurelio sui titoli di coda di una vergognosa consiliatura e di un osceno ventennio.

Tutti al Campidoglio!
Lorenzo Romito

Un pensiero su “Mezzanotte in Campidoglio

  1. Caro Lorenzo, concordo su tutte le tue riflessioni ma dalla latitanza dell’opposizione escluderei Gemma Azuni, la quale non è diventata “paladina” di questa lotta nelle ultime settimane e grazie alla presenza dei cittadini all’Agorà Campidoglio. Lo è sempre stata per tutta la durata della Giunta Alemanno, per avere espresso sempre parere contrario a qualsiasi colata di cemento speculativa e avere prodotti “Atti”, accessibili a tutti, e non solo mediocri slogan politici contro lo scempio di Roma.
    Le rivoluzioni culturali non si fanno da soli …. ma neanche contro “tutti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...